Fotovoltaico: 48 mila impianti nel 2018

PIANO ENERGIA E CLIMA: IL CONTRIBUTO DEL FOTOVOLTAICO

La proposta italiana del Piano nazionale integrato per l’energia e il clima prevede un forte aumento della quota di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili nei consumi: si dovrà passare dal 34% del 2017 a circa il 55% entro il 2030. Il contributo principale per raggiungere questo “ambizioso obiettivo del 55%” verrà dal fotovoltaico, che raggiungerà una capacità totale di 50 GW entro il 2030. Il che rende “estremamente urgente prendere decisioni a sostegno del settore”: un decreto per sostenere le fonti rinnovabili è stato discusso nel 2018 e promulgato nel luglio 2019. È quanto si legge nel rapporto annuale sullo stato del fotovoltaico in Italia, redatto da Gse e Rse nell’ambito del programma di collaborazione Photovoltaic power system dell’Agenzia internazionale dell’energia (Aie).

Lo studio prende avvio dalla Task 1 del programma di sistemi fotovoltaici dell’Aie il cui obiettivo è promuovere e facilitare lo scambio e la diffusione di informazioni sugli aspetti tecnici, economici, ambientali e sociali dei sistemi di energia fotovoltaica. Le sue attività sostengono gli obiettivi più ampi del Photovoltaic Power System: contribuire alla riduzione dei costi delle applicazioni dell’energia fotovoltaica, aumentare la consapevolezza del potenziale e del valore dei sistemi fotovoltaici, promuovere la rimozione di barriere tecniche e non tecniche e migliorare cooperazione tecnologica.

NUOVI IMPIANTI PER 440 MW

L’Italia nel 2018 ha installato 48.225 impianti fotovoltaici per una nuova capacità di circa 440 MW. La potenza cumulativa alla fine dell’anno è di 20.108 MW. Gli impianti commissionati nel 2018, per lo più nel settore domestico, hanno una capacità media di 8,8 kW. Infatti, alla fine del 2018, circa l’81% degli impianti installati in Italia si trova nel settore residenziale, quasi tutti nell’ambito del programma Scambio sul posto, il meccanismo che consente di immettere in rete l’energia elettrica prodotta da un impianto privato, ma non immediatamente autoconsumata, per poi prelevarla in un momento successivo. Più di 9 GW è invece la capacità totale installata nel settore industriale, con impianti tra 200 kW e 1 MW.

OLTRE IL 70% DEI COMUNI CON ALMENO UN IMPIANTO

L’analisi delle nuove installazioni nel 2018 sottolinea che le regioni con le migliori prestazioni sono quelle con un’elevata densità di popolazione. La pubblica amministrazione possiede 20.039 impianti fotovoltaici per una capacità di 857 MW (4,3% della capacità installata in Italia): il 71% dei Comuni italiani ha almeno un impianto fotovoltaico di proprietà della pubblica amministrazione.

Circa il 98% degli impianti fotovoltaici installati in Italia è collegato alla rete di distribuzione a bassa tensione; il restante 2%, composto da circa 20.000 impianti, è collegato alla rete a media tensione. Solo pochi impianti sono collegati alla rete ad alta tensione. La produzione di elettricità fotovoltaica ha raggiunto i 22.654 TWh (una diminuzione del 7% rispetto all’anno precedente, dovuta soprattutto alle peggiori condizioni di irradiazione). L’elettricità prodotta dal fotovoltaico e autoconsumata ammontava a 5,1 TWh nel 2018, circa il 23% della produzione totale di sistemi fotovoltaici, in aumento rispetto al 2017. Alla fine del 2018, la capacità installata si traduce in un dato nazionale di 67 kW per km quadrato e la potenza pro capite è pari a 325 W per abitante.